Lug
6

Auto Storiche: I Vantaggi Riconosciuti dalle Assicurazioni

Circolare con un veicolo nel territorio italiano richiede la stipula di un contratto di assicurazione che copra per la responsabilità in caso di danni effettuati a cose o persone dal proprietario del veicolo che ne sia risultato il responsabile dell’accaduto. Il costo della polizza rappresenta uno dei maggiori oneri che annualmente gravano sulla gestione di un mezzo. La questione muta però se si possiede un’auto o moto considerata storica: infatti le assicurazioni spesso prevedono agevolazioni particolari per chi assicura per la responsabilità civile tale tipo di veicolo.

Ma quando un’auto o moto è considerata storica? E’ tale quella che abbia superato i 20 anni di vita, effettuando il conteggio non dalla data di immatricolazione bensì da quella di costruzione. Ma tale requisito non è sufficiente a considerare il mezzo storico in quanto è richiesto, ai sensi dell’articolo 60 del Codice della Strada, che risulti iscritto in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI.

Differenze nelle Assicurazioni tra Auto Storica e Auto d’Epoca

Occorre precisare che auto storica non deve essere equiparata ad auto d’epoca: si tratta di due definizioni differenti poiché la seconda è un’auto cancellata dal Pra che può circolare solamente per partecipare a raduni, manifestazioni e simili e dietro concessione di un particolare autorizzazione. Tornando all’auto storica, questa deve essere iscritta al Pra e deve essere munita di tutti i dispositivi previsti dal codice della Strada. Per ottenere l’iscrizione all’Asi è però necessario che l’auto sia iscritta ad un club federato italiano. Inoltre l’auto dovrà passare il vaglio delle Commissioni Tecniche Nazionali, deputate ad accertare che siano presenti tutti i requisiti richiesti per l’iscrizione all’ASI.

Ottenuto questo, l’Asi certifica la storicità dell’auto ed è quindi possibile fruire dei vantaggi riconosciuti dalle assicurazioni a tali specifici veicoli. In via alternativa esiste anche la possibilità di ricorrere a specifici Club o registri che consentono di aderire a convenzioni assicurative proprie. Altro requisito per contrarre polizze assicurative per tali veicoli è l’età del contraente che deve essere almeno di 23 anni.

La polizza per auto storica si presenta particolarmente vantaggiosa: in genere le società inseriscono il veicolo in una classe di merito fissa che non contempla l’applicazione della clausola bonus/malus. E’ inoltre ammessa la possibilità che il veicolo sia condotto da qualsiasi persona, senza limiti, quindi, nella persona del guidatore. Ciò senza aumento del premio assicurativo, come, invece, avviene nei casi di Rc auto non storica. Ma la polizza può anche stabilire ulteriori agevolazioni qualora il proprietario usi l’auto solo per partecipare a raduni, sfilate e manifestazioni in ambito sportivo, escluse qualsiasi tipo di competizione. Per coloro che possiedono più auto storiche le imprese assicurative hanno studiato la c.d. Formula garage con la quale è consentito assicurare tutte le macchine possedute fruendo di singolari vantaggi.

  • Agevolazioni sulle Polizze Assicurative per Auto d’Epoca Agevolazioni sulle Polizze Assicurative per Auto d’Epoca Per chi non lo sapesse, tutti i possessori di auto “storiche”, o di qualsiasi altro genere di veicolo antico, compresi quelli a due ruote, hanno diritto spesso e volentieri ad alcune particolari agevolazioni, sia per quanto riguarda la […]
  • Tipologie di Polizze RCA per Conducenti di Auto e AutocarriTipologie di Polizze RCA per Conducenti di Auto e Autocarri Ogni proprietario della propria auto e autocarro dovrebbe sapere che la polizza RCA (responsabilità  civile) copre solo le persone trasportate e gli oggetti ma non il conducente che rimane quindi privato di una assicurazione che lo […]
  • Polizza Kasko: Come ottenere un Risarcimento DanniPolizza Kasko: Come ottenere un Risarcimento Danni Circolando con l'auto può accadere che venga provocato un danno al veicolo semplicemente a causa di una manovra errata del conducente, senza che sussista una collisione con un altro veicolo (per esempio un ribaltamento o un urto contro un […]